Discussion:
Semi OT - sondaggio: chi usa Libre_O e chi ancora OOo?
(too old to reply)
unknown
2011-07-16 18:24:26 UTC
Permalink
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.

La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto)
problema di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si
sposta dalla posizione originaria).

Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia
scrupolo di suggerirlo ;-)

Grazie per le risposte,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-16 18:28:19 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
Ciao,

io sono ancora alla Maverick: mi funziona benissimo e secondo la
filosofia "squadra vincente non si cambia" per ora la mantengo. Quindi,
ho OOo.


Paolo
unknown
2011-07-16 18:43:06 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati
a LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
Ciao,
io sono ancora alla Maverick
Anch'io ;-)
Post by unknown
: mi funziona benissimo e secondo la filosofia "squadra vincente non
si cambia" per ora la mantengo. Quindi, ho OOo.
Invece ho "tradito" :-(((((((((

Grazie anche a te,
Felice


Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-16 18:28:05 UTC
Permalink
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia scrupolo
di suggerirlo ;-)
mai mosso da OOo, non ho ritenuto valida come ragione quella di cambiare
solo per un'apparente "blocco" di Oracle al progetto.

e poi ci sono affezionato, uso OOo da quando era ancora in embrione in
StarDivision...
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110716/f8407dca/attachment.html>
unknown
2011-07-16 18:30:21 UTC
Permalink
Il giorno 16 luglio 2011 20:28, Kalos Bonasia <kbonasia a gmail.com> ha
Post by unknown
e poi ci sono affezionato, uso OOo da quando era ancora in embrione in
StarDivision...
parlo della versione per Zilog Z80... per chi è dinosauro come me ...
allora si chiamava per la precisione StarWriter. Mi piace ricordare queste
cose, specie a chi pensa che OOo sia il Demonio e Word sia l'innovazione,
Word è nato "dopo"!!!!
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110716/e27d761f/attachment.html>
unknown
2011-07-16 19:15:19 UTC
Permalink
Il giorno 16 luglio 2011 20:28, Kalos Bonasia<kbonasia a gmail.com> ha
Post by unknown
e poi ci sono affezionato, uso OOo da quando era ancora in embrione in
StarDivision...
parlo della versione per Zilog Z80... per chi è dinosauro come me ...
allora si chiamava per la precisione StarWriter. Mi piace ricordare queste
cose, specie a chi pensa che OOo sia il Demonio e Word sia l'innovazione,
Word è nato "dopo"!!!!
interessante, non sapevo che oo derivasse da starwriter, e non riesco a
ricordare cosa usavo come foglio elettronico... sempre su cp/m

mi fa una rabbia sentir dire "excel" "word" e non foglio elettronico e
elaboratore di testi...

anch'io uso ancora OO

valerio
unknown
2011-07-16 19:22:01 UTC
Permalink
Post by unknown
interessante, non sapevo che oo derivasse da starwriter, e non riesco a
ricordare cosa usavo come foglio elettronico... sempre su cp/m
mi fa una rabbia sentir dire "excel" "word" e non foglio elettronico e
elaboratore di testi...
anch'io uso ancora OO
valerio
c'era pure per commodore 64 sai ?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110716/c7cc6d59/attachment.html>
unknown
2011-07-17 05:07:32 UTC
Permalink
Post by unknown
Il giorno 16 luglio 2011 20:28, Kalos Bonasia <kbonasia a gmail.com> ha
Post by unknown
e poi ci sono affezionato, uso OOo da quando era ancora in embrione in
StarDivision...
parlo della versione per Zilog Z80... per chi è dinosauro come me ...
allora si chiamava per la precisione StarWriter. Mi piace ricordare queste
cose, specie a chi pensa che OOo sia il Demonio e Word sia l'innovazione,
Word è nato "dopo"!!!!
Se è per questo conosco una persona che, ancora oggi, utilizza StarOffice 5.2.
Aveva scritto una miriade di macro che gi servivano per l'attività lavorativa
(ovviamente il linguaggio di scripting è risultato incompatibile con le
versioni successive) che non ha avuto voglia di riscriversele tutte...
A volte lo prendiamo in giro per questo, scherzosamente, è ovvio.....
:-)
--
sandro - http://www.majaglug.net
http://www.ternistoria.blogspot.com
http://www.informaticaitaliana.blogspot.com/
GNU/Linux-BlueStar 2.6.38-Linux User #499691 - Linux Machine #429253
unknown
2011-07-17 09:17:27 UTC
Permalink
Alle 07:07 di domenica 17 luglio 2011, in merito a Re: [ubuntu-it] Semi OT
Post by unknown
Se è per questo conosco una persona che, ancora oggi, utilizza StarOffice 5.2.
Ma daiii?
c'è davvero gente strana al mondo };>>
--
bye
miKe

GNU/Linux ARCH 2.6.39.SMP.PREEMPT.mdKq
L.R.M.#110932 L.R.U.#219755 S.R.U.#705
www.majaglug.net www.softwarelibero.it

-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part.
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/10694f71/attachment.pgp>
unknown
2011-07-17 09:13:55 UTC
Permalink
Post by unknown
Alle 07:07 di domenica 17 luglio 2011, in merito a Re: [ubuntu-it] Semi OT
Post by unknown
Se è per questo conosco una persona che, ancora oggi, utilizza StarOffice 5.2.
Ma daiii?
c'è davvero gente strana al mondo };>>
Beh, è vero che c'è gente strana al mondo. Dall'altra parte c'è da dire
però, a mio avviso, che buona parte delle evoluzioni tecnologiche
rispecchiano anche questioni di mercato.
A volte sorrido quando nella segreteria della mia scuola arrivano nuove
macchine con l'ultima versione del sistema operativo e l'ultima versione
della suite di office automation e, vedendone l'utilizzo quotidiano,
concludo che un normale pentium I (con win 3.11 e word6 o software
libero della stessa età) basterebbe alla grande...
Certo c'è la comunicazione, per cui bisogna saper gestirsi i docx...
Devo avere da qualche parte il cd originale di StarOffice 5.0, magari lo
installo sul mio pc attuale dual core e vedo quanto corre...

Antonello
unknown
2011-07-17 15:40:57 UTC
Permalink
Alle 11:13 di domenica 17 luglio 2011, in merito a Re: [ubuntu-it] Semi OT
- sondaggio: chi usa Libre_O e chi ancora OOo?, antonello facchetti ha
Post by unknown
Post by unknown
Post by unknown
Se è per questo conosco una persona che, ancora oggi, utilizza StarOffice 5.2.
Ma daiii?
c'è davvero gente strana al mondo };>>
Beh, è vero che c'è gente strana al mondo.
era una battuta...
Sia io che Sandro conosciamo moolto bene la "strana persona" ;)
--
bye
miKe

GNU/Linux ARCH 2.6.39.SMP.PREEMPT.mdKq
L.R.M.#110932 L.R.U.#219755 S.R.U.#705
www.majaglug.net www.softwarelibero.it

-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part.
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/2d38330b/attachment.pgp>
unknown
2011-07-16 18:40:33 UTC
Permalink
Il giorno 16 luglio 2011 20:24, Felix <lccflc a email.it
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia
scrupolo di suggerirlo ;-)
mai mosso da OOo, non ho ritenuto valida come ragione quella di
cambiare solo per un'apparente "blocco" di Oracle al progetto.
e poi ci sono affezionato, uso OOo da quando era ancora in embrione in
StarDivision...
Come te... "uguaglio uguaglio" ;-))))
Solo che io ho "tradito" e me so trovato male :-((((
Grazie,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-16 19:05:46 UTC
Permalink
Post by unknown
Solo che io ho "tradito" e me so trovato male :-((((
Grazie,
Felice
non siamo come in microsoft qui... quindi se uno cambia idea perché non
vuole aspettare che gli egiziani delle piramidi inventino l'F16... perché
non cambiare?

/legenda: egiziani delle piramidi = microsoft e word...
/F16 OOo
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110716/88c3e0ed/attachment.html>
unknown
2011-07-16 20:29:32 UTC
Permalink
Il giorno 16 luglio 2011 20:40, Felix <lccflc a email.it
Solo che io ho "tradito" e me so trovato male :-((((
Grazie,
Felice
non siamo come in microsoft qui... quindi se uno cambia idea perché
non vuole aspettare che gli egiziani delle piramidi inventino l'F16...
perché non cambiare?
/legenda: egiziani delle piramidi = microsoft e word...
/F16 OOo
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
Lollissimoooooooooooo :-))))))))))))))
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-16 18:59:02 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto) problema
di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si sposta dalla
posizione originaria).
Ho LibrO e mi trovo benone.. nessun problema.. c'è da dire che non ne
faccio una intensivo.. quindi forse eventuali bug neanche li ho
incontrati..
Post by unknown
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia scrupolo di
suggerirlo ;-)
Grazie per le risposte,
Felice
Figurati, ciao :-)
Luigi.
--
my blog - http://predellino.blogspot.com/
unknown
2011-07-18 08:07:50 UTC
Permalink
Post by unknown
Ho LibrO e mi trovo benone.. nessun problema.. c'è da dire che non ne
faccio una intensivo.. quindi forse eventuali bug neanche li ho
incontrati..
Idem
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-16 19:59:00 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
io appena sun è passata a oracol ho piallato sia virtualbox che Ooo
Post by unknown
La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto)
problema di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si
sposta dalla posizione originaria).
Usa i repo ppa e vai di vita serena...
Post by unknown
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia
scrupolo di suggerirlo ;-)
lo sviluppo e le funzionalità cominciano ad emergere... quindi vista la
roadmap di LO te lo sconsiglio...
Post by unknown
Grazie per le risposte,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
--
"L'affidabilità di una macchina è inversamente proporzionale al numero
di software microsoft installato in essa." -- Leggi di Murphy - Autore:
Mehdi Tazi--

|_|0|_|
|_|_|0|
|0|0|0|

Scopel Emanuele.
Server Chiavi: http://pgp.mit.edu
Linux Registered User: #425729.
jabber: escopel a jabber.linux.it
gtalk scopel.emanuele a gmail.com
http://openorso.altervista.org/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110716/b5937a09/attachment.pgp>
unknown
2011-07-17 09:15:37 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
io appena sun è passata a oracol ho piallato sia virtualbox che Ooo
Cosa usi al posto di virtualbox?
--
elvis
unknown
2011-07-17 09:30:24 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
io appena sun è passata a oracol ho piallato sia virtualbox che Ooo
Cosa usi al posto di virtualbox?
prima usavo la versione free ora la versione ose (prima mi sono espresso
in modo poco chiaro)... ma sto cercando...
Post by unknown
--
elvis
--
"L'affidabilità di una macchina è inversamente proporzionale al numero
di software microsoft installato in essa." -- Leggi di Murphy - Autore:
Mehdi Tazi--

|_|0|_|
|_|_|0|
|0|0|0|

Scopel Emanuele.
Server Chiavi: http://pgp.mit.edu
Linux Registered User: #425729.
jabber: escopel a jabber.linux.it
gtalk scopel.emanuele a gmail.com
http://openorso.altervista.org/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/65a9bf46/attachment-0001.pgp>
unknown
2011-07-16 20:35:55 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto)
problema di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si
sposta dalla posizione originaria).
Aggiornamento ;-)
Con OOo 3.3 le immagini non si sono mosse... aperto e riaperto il file
ma tutto a posto, il rendering è perfetto.
Temo che dovrò restare a OOo, almeno per un pòGrazie per le risposte,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-17 05:02:54 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
Io sono passato a LibreOffice, diciamo giusto per provarlo. Sinceramente a me
funziona bene, ma lo utilizzo solo per i testi e i fogli di calcolo. Quindi
non utilizzo draw e impress. Ho notato che alcune lacune di OO, al tempo,
erano state risolte e, aggiornando alle nuove versioni (sia su linux che su
windows) sono rimasto con Libreoffice. Non vedo il motivo per tornare
indietro... almeno per il momento.....

Ciao :-)
Sandro
--
sandro - http://www.majaglug.net
http://www.ternistoria.blogspot.com
http://www.informaticaitaliana.blogspot.com/
GNU/Linux-BlueStar 2.6.38-Linux User #499691 - Linux Machine #429253
unknown
2011-07-17 08:55:53 UTC
Permalink
Post by unknown
Io sono passato a LibreOffice, diciamo giusto per provarlo. Sinceramente a me
funziona bene, ma lo utilizzo solo per i testi e i fogli di calcolo. Quindi
non utilizzo draw e impress. Ho notato che alcune lacune di OO, al tempo,
erano state risolte e, aggiornando alle nuove versioni (sia su linux che su
windows) sono rimasto con Libreoffice. Non vedo il motivo per tornare
indietro... almeno per il momento.....
Ciao :-)
Sandro
senza volerne fare una guerra di religione... ma sulla base del tuo stesso
ragionamento io non vedo motivo per passare a libreoffice visto che
openoffice lavora benissimo e pare che l'unica pecca sia il potenziale
rischio che un giorno oracle torni a fare quello che faceva sun ? cioé a
tenere una versione liberamente utilizzabile e una versione a pagamento?

io non ci vedo niente di male a pagare il software, se il software funziona
ed è buono, perché non pagarlo il giusto prezzo?

oppure qui stiamo dicendo che il software è buono SOLO se è totalmente
gratuito, confondendo notevolmente il concetto di libertà con quello di
gratuità?

proseguirei il discorso ma andremo off topic, magari ne faccio un post sul
mio blog e ne riparliamo...
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/02475ab2/attachment-0001.html>
unknown
2011-07-17 09:13:15 UTC
Permalink
Il giorno 17 luglio 2011 07:02, Sandro* <aspex a email.it
Io sono passato a LibreOffice, diciamo giusto per provarlo. Sinceramente a me
funziona bene, ma lo utilizzo solo per i testi e i fogli di calcolo. Quindi
non utilizzo draw e impress. Ho notato che alcune lacune di OO, al tempo,
erano state risolte e, aggiornando alle nuove versioni (sia su linux che su
windows) sono rimasto con Libreoffice. Non vedo il motivo per tornare
indietro... almeno per il momento.....
Ciao :-)
Sandro
senza volerne fare una guerra di religione... ma sulla base del tuo
stesso ragionamento io non vedo motivo per passare a libreoffice visto
che openoffice lavora benissimo e pare che l'unica pecca sia il
potenziale rischio che un giorno oracle torni a fare quello che faceva
sun ? cioé a tenere una versione liberamente utilizzabile e una versione
a pagamento?
Io ho installato entrambi, e, finora, per l'utilizzo modesto che ne
faccio, è tutto OK.

Mi sono solo 'preparato' nel caso Oracle volesse lucrare sul lavoro
di SUN e della comunità, per un immediato switch over.
Spero che molti altri facciano altrettanto, e che questo messaggio
arrivi a Oracle.
--
elvis
unknown
2011-07-17 09:15:37 UTC
Permalink
Il giorno 17 luglio 2011 11:13, elvis <elvis a elviselectronics.com> ha
Post by unknown
Mi sono solo 'preparato' nel caso Oracle volesse lucrare sul lavoro
di SUN e della comunità, per un immediato switch over.
Spero che molti altri facciano altrettanto, e che questo messaggio
arrivi a Oracle.
si ma quello che voglio dire è che era già a pagamento questo programma dal
1984, stardvision, poi sun, oggi oracle, esiste la versione che usa la
comunità e alla quale la comunità "contribuisce" e per questo non ci vedo
niente di male, ma proprio perché il programma funziona, se domani
chiedessero (di nuovo) soldi, in oracle, perché non darglieli?

libero, per me almeno, significa che quello che scrivo è "libero" dai
formati proprietari, non "regalato" che è la giusta interpretazione della
errata traduzione di "free software" in lingua italiana...
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/74a1f987/attachment.html>
unknown
2011-07-17 09:17:52 UTC
Permalink
Post by unknown
Io sono passato a LibreOffice, diciamo giusto per provarlo.
Sinceramente a me
funziona bene, ma lo utilizzo solo per i testi e i fogli di calcolo. Quindi
non utilizzo draw e impress. Ho notato che alcune lacune di OO, al tempo,
erano state risolte e, aggiornando alle nuove versioni (sia
su linux che su
windows) sono rimasto con Libreoffice. Non vedo il motivo per tornare
indietro... almeno per il momento.....
Ciao :-)
Sandro
senza volerne fare una guerra di religione... ma sulla base del tuo
stesso ragionamento io non vedo motivo per passare a libreoffice visto
che openoffice lavora benissimo e pare che l'unica pecca sia il
potenziale rischio che un giorno oracle torni a fare quello che faceva
sun ? cioé a tenere una versione liberamente utilizzabile e una
versione a pagamento?
Non c'è nulla di male anzi...
Post by unknown
io non ci vedo niente di male a pagare il software, se il software
funziona ed è buono, perché non pagarlo il giusto prezzo?
Perchè a mio avviso perderà in qualità perchè la maggior parte degli
sviluppatori se ne sono andati al progetto libreoffice e non ricordo
dove l'ho letto lo sviluppo di Ooo ha rallentato per questo fuggi
fuggi...

Il repo dei sorgenti è attivissimo e per me questo è un buon segno...
Post by unknown
oppure qui stiamo dicendo che il software è buono SOLO se è totalmente
gratuito, confondendo notevolmente il concetto di libertà con quello
di gratuità?
No.
Post by unknown
proseguirei il discorso ma andremo off topic, magari ne faccio un post
sul mio blog e ne riparliamo...
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
--
ubuntu-it mailing list
ubuntu-it a lists.ubuntu.com
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
--
"L'affidabilità di una macchina è inversamente proporzionale al numero
di software microsoft installato in essa." -- Leggi di Murphy - Autore:
Mehdi Tazi--

|_|0|_|
|_|_|0|
|0|0|0|

Scopel Emanuele.
Server Chiavi: http://pgp.mit.edu
Linux Registered User: #425729.
jabber: escopel a jabber.linux.it
gtalk scopel.emanuele a gmail.com
http://openorso.altervista.org/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/7f8fdfde/attachment.pgp>
unknown
2011-07-17 09:28:38 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Io sono passato a LibreOffice, diciamo giusto per provarlo. Sinceramente a me
funziona bene, ma lo utilizzo solo per i testi e i fogli di calcolo.
Quindi non utilizzo draw e impress. Ho notato che alcune lacune di OO,
al tempo, erano state risolte e, aggiornando alle nuove versioni (sia
su linux che su
windows) sono rimasto con Libreoffice. Non vedo il motivo per tornare
indietro... almeno per il momento.....
Ciao :-)
Sandro
senza volerne fare una guerra di religione... ma sulla base del tuo stesso
ragionamento io non vedo motivo per passare a libreoffice visto che
openoffice lavora benissimo e pare che l'unica pecca sia il potenziale
rischio che un giorno oracle torni a fare quello che faceva sun ? cioé a
tenere una versione liberamente utilizzabile e una versione a pagamento?
Ma dai, perché parli di guerra di religione... io ho portato solo la mia
esperienza, senza volerne fare un modello :-) (come chiedeva Felice)
Ho solo detto che la ragione del "cambio" era solo di provare LibreOffice, poi
sono rimasto lì visto, che tutto sommato, mi soddisfaceva.
Non è che voglio fare proseliti, anche perché non è che ho interessi in
merito....
Post by unknown
io non ci vedo niente di male a pagare il software, se il software funziona
ed è buono, perché non pagarlo il giusto prezzo?
Ho mai affermato il contrario?
(d'altra parte mi tocca - a ragione - pagare anche le licenze dell'office di
microsoft, visto che ci faccio i corsi, anche se non lo uso per lavorare))
:-)
Post by unknown
oppure qui stiamo dicendo che il software è buono SOLO se è totalmente
gratuito, confondendo notevolmente il concetto di libertà con quello di
gratuità?
Il software è buono se funziona come dovrebbe (come prima istanza), se è anche
"libero" è meglio, se è gratuito, ben venga....
--
sandro - http://www.majaglug.net
http://www.ternistoria.blogspot.com
http://www.informaticaitaliana.blogspot.com/
GNU/Linux-BlueStar 2.6.38-Linux User #499691 - Linux Machine #429253
unknown
2011-07-17 09:35:38 UTC
Permalink
Post by unknown
Ma dai, perché parli di guerra di religione... io ho portato solo la mia
esperienza, senza volerne fare un modello :-) (come chiedeva Felice)
Ho solo detto che la ragione del "cambio" era solo di provare LibreOffice, poi
sono rimasto lì visto, che tutto sommato, mi soddisfaceva.
Non è che voglio fare proseliti, anche perché non è che ho interessi in
merito....
perché sto generalizzando una situazione italiana, partendo dallo spunto che
ha dato questo intervento, non sto parlando di te e della tua decisione nel
particolare, per questo chiosavo dicendo che probabilmente andiamo off
topic, fuori argomento, e quindi o facciamo un'altra discussione, ma non
riguarda "l'aiuto ubuntu" o ne apriamo una su uno qualsiasi dei nostri
blog...

è importante secondo me chiarire che si deve scegliere il sw per le
funzionalità e per quello che ci serve e se serve anche pagarlo, non solo
per risparmiare soldi, e tantissimi, senza restituire nulla alla comunità.

vuoi sapere a chi mi riferisco? in particolare mi riferisco all'ultimo peto
dalla bocca di tale nichi vendola, per carità persona onestissima e
rispettabilissima, ma non mi può venire a dire che ha fatto un gesto
notevole adottando open source nella sua amministrazione... esiste anche uno
solo dei suoi programmatori o dipendenti regionali che contribuisce
effettivamente allo sviluppo di uno solo dei software che lui ha preso
gratis dalla rete?

intendo dire: hai preso, risparmiando tanti soldi, ma restituisci qualcosa
alla comunità?

restituisci qualcosa all'italia? l'azienda che ti sta seguendo per questo
progetto, nicolino... vendola, chi è? è un'azienda locale che fa campare
programmatori locali, secondo quanto suggerisce lo stesso stallman oppure no
?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/56754a12/attachment.html>
unknown
2011-07-18 21:40:19 UTC
Permalink
Post by unknown
perché sto generalizzando una situazione italiana, partendo dallo
spunto che ha dato questo intervento, non sto parlando di te e della
tua decisione nel particolare, per questo chiosavo dicendo che
probabilmente andiamo off topic, fuori argomento, e quindi o facciamo
un'altra discussione, ma non riguarda "l'aiuto ubuntu" o ne apriamo
una su uno qualsiasi dei nostri blog...
è importante secondo me chiarire che si deve scegliere il sw per le
funzionalità e per quello che ci serve e se serve anche pagarlo, non
solo per risparmiare soldi, e tantissimi, senza restituire nulla alla
comunità.
vuoi sapere a chi mi riferisco? in particolare mi riferisco all'ultimo
peto dalla bocca di tale nichi vendola, per carità persona onestissima
e rispettabilissima, ma non mi può venire a dire che ha fatto un gesto
notevole adottando open source nella sua amministrazione... esiste
anche uno solo dei suoi programmatori o dipendenti regionali che
contribuisce effettivamente allo sviluppo di uno solo dei software che
lui ha preso gratis dalla rete?
intendo dire: hai preso, risparmiando tanti soldi, ma restituisci
qualcosa alla comunità?
restituisci qualcosa all'italia? l'azienda che ti sta seguendo per
questo progetto, nicolino... vendola, chi è? è un'azienda locale che
fa campare programmatori locali, secondo quanto suggerisce lo stesso
stallman oppure no ?
A me sembra invece una grande cosa, finalmente la pubblica
amministrazione si inizia ad adoperare software gratuito e ibero.
-) Gratuito: Cosi si risparmiano i soldi delle licenze (che vanno oltre
oceano) e si da lavoro a persone competenti che Italiane .
-) Libero: cosi, cosa più importante, si promuove l'utilizzo di
formati aperti.

Speriamo che questa flatulenza si propaghi in tutto il paese
--
Forza Diego ancora una volta campione del mondo
unknown
2011-07-19 05:43:14 UTC
Permalink
A me sembra invece una grande cosa, finalmente la pubblica amministrazione
si inizia ad adoperare software gratuito e ibero.
-) Gratuito: Cosi si risparmiano i soldi delle licenze (che vanno oltre
oceano) e si da lavoro a persone competenti che Italiane .
-) Libero: cosi, cosa più importante, si promuove l'utilizzo di formati
aperti.
Speriamo che questa flatulenza si propaghi in tutto il paese
io ho lavorato dal 2000 al 2010 per PA che intendevano adottare il sw libero
come lo definisci tu. La questione è meramente economica.

non c'è nessuna intenzione di istituire un team interno per le
modifiche/migliorie al sw ma tanto meno un team che si desse da fare per la
segnalazione di bachi.

è solo economica e di propaganda, mi dispiace che in italia si continui a
confondere la libertà di detenere i propri dati in un formato liberamente
accessibile con la gratuità del programma.

io non trovo ancora oggi e posso parlare per esperienza diretta, nessun
contributo da parte di persone delle PA dove ho lavorato al codice sorgente
di openoffice, ad esempio, ma so che i soldi risparmiati sono stati spesi
per comperare "servizi" di consulenza per l'implementazione del sw libero
presso aziende che non "restituiscono" a loro volta niente alle comunità
dalle quali prelevano.

l'ultimo in ordine di strombazzamento è il sig. vendola, dalla radiosa
Puglia.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110719/69438117/attachment-0001.html>
unknown
2011-07-19 15:54:48 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
A me sembra invece una grande cosa, finalmente la pubblica
amministrazione si inizia ad adoperare software gratuito e ibero.
-) Gratuito: Cosi si risparmiano i soldi delle licenze (che vanno oltre
oceano) e si da lavoro a persone competenti che Italiane .
-) Libero: cosi, cosa più importante, si promuove l'utilizzo di formati
aperti.
Speriamo che questa flatulenza si propaghi in tutto il paese
io ho lavorato dal 2000 al 2010 per PA che intendevano adottare il sw libero
come lo definisci tu. La questione è meramente economica.
non c'è nessuna intenzione di istituire un team interno per le
modifiche/migliorie al sw ma tanto meno un team che si desse da fare per la
segnalazione di bachi.
gia il fatto che una PA utilizzi i formati aperti per conservare dati
sensibili mi sembra un grosso accreditamento, il software libero in
questo modo vinene valorizzato. Tu avrai anche lavorato in PA ma non
capisco come puoi non vedere l'aspetto positivo.
Post by unknown
è solo economica e di propaganda, mi dispiace che in italia si continui a
confondere la libertà di detenere i propri dati in un formato liberamente
accessibile con la gratuità del programma.
bah non so se in Italia ci sia questa confusione a cui tu alludi, di
sicuro non c'è fra nessuno degli utenti di questa lista. Ad esepio io
ho parlato di sw libero e gratuito due termini distinti e non buttati
li a caso. Io credo che una PA non dovrebbe sperperare i soldi dei
contribuenti compronda licenze propietarie quando esistono programmi
"gratuiti" meglio ancora se open (codice aperto lo sanno ormai anche i
bimbiminkkia) di efficenza paraganobalile. Una questione economica che
ci riguarda da vicino)
Post by unknown
io non trovo ancora oggi e posso parlare per esperienza diretta, nessun
contributo da parte di persone delle PA dove ho lavorato al codice sorgente
di openoffice, ad esempio, ma so che i soldi risparmiati sono stati spesi
per comperare "servizi" di consulenza per l'implementazione del sw libero
presso aziende che non "restituiscono" a loro volta niente alle comunità
dalle quali prelevano.
Eventualmente le critiche si potrebbero rivolgere alle societa che
hanno operato le consulenze, ma già il fatto di pagare informatici che
lavorano col software libero mi sembra una cosa positiva o mi sbaglio?
L'alternativa quale sarebbe poi regalre un bel po di euro al bill e i
suoi formati volutamente non interportabili?
Post by unknown
l'ultimo in ordine di strombazzamento è il sig. vendola, dalla radiosa
Puglia.
Non vorrei far scemare la dicussione su argomenti politici ma siccome
insisti nel citare Vendola, io dco onore a Vendola e alla sua
coraggiosa scelta.
--
troppo tardi ho pillato tutto e sono passato al ?soft
unknown
2011-07-19 15:59:58 UTC
Permalink
Post by unknown
gia il fatto che una PA utilizzi i formati aperti per conservare dati
sensibili mi sembra un grosso accreditamento, il software libero in
questo modo vinene valorizzato. Tu avrai anche lavorato in PA ma non
capisco come puoi non vedere l'aspetto positivo
io non ho parlato di dati sensibili, mi dici dove l'ho scritto?
cosa c'entra quindi il fatto che tu desumi arbitrariamente che io non
veda il vantaggio,appunto di utilizzare il formato di dati aperto
visto che è proprio questo quello che sto dicendo?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-19 16:01:12 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
l'ultimo in ordine di strombazzamento è il sig. vendola, dalla radiosa
Puglia.
Non vorrei far scemare la dicussione su argomenti politici ma siccome
insisti nel citare Vendola, io dco onore a Vendola e alla sua
coraggiosa scelta.
onore per che cosa?
coraggiosa per che cosa?
non capisco... a me risulta che non stia dando lavoro a programmatori
/ aziende pugliesi, avendo adottato il sw "libero", se mi puoi dare tu
ulteriori elementi io sono più che contento, dato che le mie fonti
sono solo giornalistiche e riportano quello che viene comunicato
dall'ufficio stampa di vendola, che come politico mi sta comunque
simpatico.

/passo
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-19 16:02:25 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
io non trovo ancora oggi e posso parlare per esperienza diretta, nessun
contributo da parte di persone delle PA dove ho lavorato al codice sorgente
di openoffice, ad esempio, ma so che i soldi risparmiati sono stati spesi
per comperare "servizi" di consulenza per l'implementazione del sw libero
presso aziende che non "restituiscono" a loro volta niente alle comunità
dalle quali prelevano.
Eventualmente le critiche si potrebbero rivolgere alle societa che
hanno operato le consulenze, ma già il fatto di pagare informatici che
lavorano col software libero mi sembra una cosa positiva o mi sbaglio?
L'alternativa quale sarebbe poi regalre un bel po di euro al bill e i
suoi formati volutamente non interportabili?
a me non risulta che stiano lavorando informatici che lavorano con sw
libero, cosi' come non risulta che stiano "restituendo" codice o
documentazione alla comunità dalla quale hanno preso, non mi risulta
nemmeno una donazione di 1 euro per apache, openoffice, postgresql
etc... se a te risulta diversamente ti prego di indicare fonti e dati,
grazie.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-19 16:03:39 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
è solo economica e di propaganda, mi dispiace che in italia si continui a
confondere la libertà di detenere i propri dati in un formato liberamente
accessibile con la gratuità del programma.
bah non so se in Italia ci sia questa confusione a cui tu alludi, di
sicuro non c'è fra nessuno degli utenti di questa lista. Ad esepio io
ho parlato di sw libero e gratuito due termini distinti e non buttati
li a caso. Io credo che una PA non dovrebbe sperperare i soldi dei
contribuenti compronda licenze propietarie quando esistono programmi
"gratuiti" meglio ancora se open (codice aperto lo sanno ormai anche i
bimbiminkkia) di efficenza paraganobalile. Una questione economica che
ci riguarda da vicino)
assolutamente d'accordo.
una pa deve spendere bene i soldi, nel caso del sw "libero" come lo
chiami tu, dovrebbe insomma, ingaggiare programmatori locali, al
massimo nazionali e farli lavorare, no?

nel caso specifico, chi sta lavorando? se hai fonti precise ne discutiamo.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-20 09:05:30 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Post by unknown
è solo economica e di propaganda, mi dispiace che in italia si continui a
confondere la libertà di detenere i propri dati in un formato liberamente
accessibile con la gratuità del programma.
bah non so se in Italia ci sia questa confusione a cui tu alludi, di
sicuro non c'è fra nessuno degli utenti di questa lista. Ad esepio io
ho parlato di sw libero e gratuito due termini distinti e non buttati
li a caso. Io credo che una PA non dovrebbe sperperare i soldi dei
contribuenti compronda licenze propietarie quando esistono programmi
"gratuiti" meglio ancora se open (codice aperto lo sanno ormai anche i
bimbiminkkia) di efficenza paraganobalile. Una questione economica che
ci riguarda da vicino)
assolutamente d'accordo.
una pa deve spendere bene i soldi, nel caso del sw "libero" come lo
chiami tu, dovrebbe insomma, ingaggiare programmatori locali, al
massimo nazionali e farli lavorare, no?
nel caso specifico, chi sta lavorando? se hai fonti precise ne discutiamo.
La Provincia di Bolzano, col progetto Fuss partito nell'estate del 2005:

http://www.fuss.bz.it/

In tutte le scuole di lingua italiana della provincia è stato
installato, ove possibile[1] software libero. Nello specifico una
distribuzione GNU/Linux, all'inizio una derivata debian ora ubuntu (sui
client; sui server è ancora oggi debian), sviluppata appositamente per
questo progetto, da una ditta di Firenze che si chiama Truelite:

http://truelite.it/fuss_free_upgrade_in_southtyrols_schools

Il progetto prevedeva non solo l'installazione del software, ma anche la
formazione del personale, così da renderli "autonomi" nella gestione del
parco macchine.

Il risparmio della provincia, in termini di licenze non rinnovate, è
stato di circa 400.000?. Soldi che sono stati reinvestiti sempre in
progetti informatici liberi per la scuola:

http://www.provincia.bz.it/usp/285.asp?art=310516

Questo è quello che so di preciso, perché nell'estate del 2005 fui tra i
tecnici che installarono fisicamente le macchine.

Gli amici di Truelite mi hanno poi detto di aver fatto cose simili,
anche se su scala inferiore, in altre città del nord Italia, ma su
questo bisognerebbe chiedere loro:

http://truelite.it/contact
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-20 09:17:50 UTC
Permalink
Eh, bello fare i fighi con le note, e poi dimenticarsene...
Post by unknown
ove possibile[1]
[1]

Ove possibile perché in alcuni casi, per determinate situazioni (CAD,
macchine a controllo numerico con software di gestione proprietario, etc
etc) non è stato possibile rasare via M$.

Il risultato, comunque, è stato di circa (se non ricordo male) un 80%
delle macchine solo GNU/Linux e del restante 20% una metà circa in dual
boot.
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-20 09:25:22 UTC
Permalink
Post by unknown
nel caso specifico, chi sta lavorando? se hai fonti precise ne discutiamo.
stavamo parlando di regione puglia, non di bolzano.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-20 09:44:06 UTC
Permalink
Post by unknown
stavamo parlando di regione puglia, non di bolzano.
Io parlo di progetti che sono stati fatti, che dimostrano che si possono
fare e che farebbero risparmiare i cittadini, che farebbero lavorare i
giovani e che porterebbero il software libero nelle PA, come sarebbe giusto.

Della Puglia me ne fotto - perdonatemi il francesismo.

Anche il Comune di Firenze ha fatto la mozione per l'adozione del
software libero, addirittura nel 1999 (o nel 2000; sono vecchio, ormai
la memoria perde colpi). Dopo di ché non è stato fatto nulla di
materiale, di concreto, quindi - tornando al francese - me ne fotto di
chi fa le "mozioni" e poi nulla di concreto, anche se di "sinistra" (io
sono di sinistra, tendenzialmente radicale, sempre che il termine abbia
senso, e non l'ha. Così, tanto per essere chiari).

In Puglia Vendola, ad ora, sta facendo fuffa, visto che l'unico accordo
sottoscritto ad ora è con Microsoft:

http://www.fsugitalia.org/wp/2010/11/microsoft-puglia-il-testo-dellaccordo/

Per il resto la Puglia ha fatto l'ennesima legge che "incoraggia" l'uso
del software libero.

http://www.tomshw.it/cont/news/software-libero-in-puglia-vendola-presenta-la-legge/32477/1.html

Come sopra: sono anni che comuni e provincie fanno queste "leggi", e poi
di software libero nelle PA se ne vede ben poco.

Questo il mio punto di vista, quindi:

in Provincia di Bolzano hanno fatto, dimostrando non solo che si può
fare, non solo che la cosa è assai conveniente (risparmio di 400.000?
l'anno solo in licenze), ma che da lavoro al territorio.

Per il resto chiacchiere.

Ciao,
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-20 09:52:26 UTC
Permalink
Post by unknown
Io parlo di progetti che sono stati fatti, che dimostrano che si possono
fare e che farebbero risparmiare i cittadini, che farebbero lavorare i
giovani e che porterebbero il software libero nelle PA, come sarebbe giusto.
Della Puglia me ne fotto - perdonatemi il francesismo.
comunque si parlava della puglia, se cambi discorso, non si riesce più
a seguirti.
per questo ho deciso di chiudere, dal mio lato, la discussione.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-20 10:42:10 UTC
Permalink
Post by unknown
comunque si parlava della puglia, se cambi discorso, non si riesce più
a seguirti.
per questo ho deciso di chiudere, dal mio lato, la discussione.
Ma leggi?

Ho parlato di Puglia e di adozione del software libero nelle PA.

Poi se vuoi chiudere la discussione, fai pure.

Ciao,
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-21 06:28:04 UTC
Permalink
Libreoffice
unknown
2011-07-22 15:27:12 UTC
Permalink
Post by unknown
Libreoffice
c'è anche questo qua

http://www-03.ibm.com/software/lotus/symphony/home.nsf/home
--
Forza Diego ancora una volta campione del mondo
unknown
2011-07-22 15:31:06 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Libreoffice
c'è anche questo qua
http://www-03.ibm.com/software/lotus/symphony/home.nsf/home
ma non è libero!

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-22 16:20:09 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Post by unknown
Libreoffice
c'è anche questo qua
http://www-03.ibm.com/software/lotus/symphony/home.nsf/home
ma non è libero!
Pare che lo sarà:

http://www.oneopensource.it/19/07/2011/ibm-donera-il-codice-di-lotus-symphony-ad-apache-openoffice-org/
Post by unknown
Ciao
Ciao,
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-24 00:30:21 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Post by unknown
Libreoffice
c'è anche questo qua
http://www-03.ibm.com/software/lotus/symphony/home.nsf/home
ma non è libero!
Ciao
Piviul
--
ubuntu-it mailing list
ubuntu-it a lists.ubuntu.com
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
lo so non è libero è solo gratuito.
Personalmente preferisco il codice aperto anche se non sono un
talebano sul mio desktop girà anche software non libero:
picasa
google-desktop
google-haert
crossoverofficce
M$ office 2007
ovviamente, ma gira creso sul 100% dei desktop il flash player

sto utilizzando libreoffice con piacere ma se dovessi riscontare i
problemi simili z quelli di felix farei (a male in cuore) retromarcia

Per quanto riguarda symphony lo installai per curiosità è simpatico ma
credo che si basi su release di ooo non aggiornatissime
--
troppo tardi ho pillato tutto e sono passato al  ?soft
unknown
2011-07-20 09:28:27 UTC
Permalink
Post by unknown
Questo è quello che so di preciso, perché nell'estate del 2005 fui tra i
tecnici che installarono fisicamente le macchine.
continui a spostare il discorso, si parlava di regione puglia e di
progetti dove chi "risparmia" restituisce qualcosa alla comunità, non
della prov. di bolzano. Però mi stono stancato adesso di questa
discussione, onestamente registro continui pregiudizi e notevole
disattenzione nella lettura di quello che scrivo.

non ne veniamo fuori, quindi, faccio ammenda, ho sbagliato, ho scritto
inesattezze, è meglio libreoffice e tutto il resto. ciao ciao.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
unknown
2011-07-18 08:12:27 UTC
Permalink
Post by unknown
senza volerne fare una guerra di religione... ma sulla base del tuo
stesso ragionamento io non vedo motivo per passare a libreoffice visto
che openoffice lavora benissimo e pare che l'unica pecca sia il
potenziale rischio che un giorno oracle torni a fare quello che faceva
sun ? cioé a tenere una versione liberamente utilizzabile e una versione
a pagamento?
io non ci vedo niente di male a pagare il software, se il software
funziona ed è buono, perché non pagarlo il giusto prezzo?
oppure qui stiamo dicendo che il software è buono SOLO se è totalmente
gratuito, confondendo notevolmente il concetto di libertà con quello di
gratuità?
proseguirei il discorso ma andremo off topic, magari ne faccio un post
sul mio blog e ne riparliamo...
Il problema non era questo, e non lo è mai stato.

Sun apriva il codice - vedi java, Oracle non solo non lo fa, ma ha anche
iniziato a fare cause su brevetti e il suo atteggiamento nei confronti
della comunità del software libero non è mai stata particolarmente di
collaborazione.

E' solo _dopo_ la nascita di LO, che Oracle ha messo OO sotto licenza
Apache etc etc.

Quindi, per quel che mi riguarda, W LO e la sua comunità completamente free.

Poi sono punti di vista :)
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 08:16:13 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 10:12, Franco Vite <franco.vite a gmail.com> ha
Post by unknown
E' solo _dopo_ la nascita di LO, che Oracle ha messo OO sotto licenza
Apache etc etc.
Quindi, per quel che mi riguarda, W LO e la sua comunità completamente free.
Poi sono punti di vista :)
certo, scambiamo opinioni tra persone educate, noi, non siamo mica utenti di
Word...
:-)

ora ti chiedo però di aiutarmi a capire perché mi devo essere perso un
pezzo: mi stai dicendo che attualmente il codice di openoffice.org non è più
"accessibile" liberamente per modifiche da parte della comunità ?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/9586458f/attachment.html>
unknown
2011-07-18 08:27:30 UTC
Permalink
Post by unknown
certo, scambiamo opinioni tra persone educate, noi, non siamo mica
utenti di Word...
:-)
Ci si prova :)
Post by unknown
ora ti chiedo però di aiutarmi a capire perché mi devo essere perso un
pezzo: mi stai dicendo che attualmente il codice di openoffice.org
<http://openoffice.org> non è più "accessibile" liberamente per
modifiche da parte della comunità ?
No, non l'ho detto.

Ho detto che l'atteggiamento di Oracle rispetto alla comunità del
Software libero è stata l'opposto rispetto a quella che aveva Sun - che,
tra le altre cose, aveva ha aperto il codice di java e stava aprendo
quello di Solaris (che Oracle ha chiuso).

Gran parte della comunità di OO non ha accettato questo atteggiamento,
ed è uscita fuori facendo un fork. Più su questioni filosofiche ed
etiche di fondo, che sul fatto di avere ancora o meno l'accesso al
codice (cosa che, tra l'altro, allora Oracle non poteva fare, visto che
OO era rilasciato sotto GPL).

Trattandosi di software libero la parte etica ha tanta importanza quanto
la parte tecnica.

Sempre a mio modesto avviso e bla bla bla :)
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 08:49:20 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 10:27, Franco Vite <franco.vite a gmail.com> ha
Post by unknown
Gran parte della comunità di OO non ha accettato questo atteggiamento,
ed è uscita fuori facendo un fork. Più su questioni filosofiche ed
etiche di fondo, che sul fatto di avere ancora o meno l'accesso al
codice (cosa che, tra l'altro, allora Oracle non poteva fare, visto che
OO era rilasciato sotto GPL).
Trattandosi di software libero la parte etica ha tanta importanza quanto
la parte tecnica.
Sempre a mio modesto avviso e bla bla bla :)
ok, quindi i sorgenti di openoffice sono ancora aperti e modificabili dalla
comunità, mentre non lo sono più quelli di opensolaris, ho capito bene ?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/2da7c249/attachment.html>
unknown
2011-07-18 09:24:21 UTC
Permalink
Post by unknown
Il giorno 18 luglio 2011 10:27, Franco Vite <franco.vite a gmail.com
Gran parte della comunità di OO non ha accettato questo atteggiamento,
ed è uscita fuori facendo un fork. Più su questioni filosofiche ed
etiche di fondo, che sul fatto di avere ancora o meno l'accesso al
codice (cosa che, tra l'altro, allora Oracle non poteva fare, visto che
OO era rilasciato sotto GPL).
Trattandosi di software libero la parte etica ha tanta importanza quanto
la parte tecnica.
Sempre a mio modesto avviso e bla bla bla :)
ok, quindi i sorgenti di openoffice sono ancora aperti e modificabili
dalla comunità, mentre non lo sono più quelli di opensolaris, ho capito
bene ?
"OpenSolaris is now officially dead. RIP".

http://blogs.everycity.co.uk/alasdair/2010/08/opensolaris-is-now-officially-dead-rip/

Infatti se clicchi su http://www.opensolaris.com/, vieni reindirizzato a
http://www.oracle.com/technetwork/server-storage/solaris11/overview/index.html

Il progetto libero di Sun è stato chiuso da Oracle.

Esiste http://www.opensolaris.org/, la comunità libera che cerca di
portare avanti il progetto, ma non ha la stessa forza che aveva prima
che Sun fosse comprata da Oracle, tanto che la versione scaricabile è
ancora quella del 2009:

http://hub.opensolaris.org/bin/view/Main/downloads
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 09:31:06 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 11:24, Franco Vite <franco.vite a gmail.com> ha
Post by unknown
Il progetto libero di Sun è stato chiuso da Oracle.
ok, e questo l'ho capito.
non mi metto a piangere per opensolaris, da ex sistemista sun solaris...

venendo a noi, non riesco ancora a capire il nesso tra opensolaris e
openoffice, ossia se opensolaris è morto... in che maniera questo dovrebbe
convincermi a passare ad altro, abbandonando openoffice, se come mi pare di
capire, openoffice è ancora liberamente accessibile, intendo come sorgenti e
quindi a disposizione della comunità ?

quello che vorrei capire è se conviene veramente investire tempo in
un'alternativa ad openffice oppure come si dice dalle mie parti, ci stiamo
bagnando prima che piova.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/0e4e6761/attachment.html>
unknown
2011-07-18 09:42:08 UTC
Permalink
Post by unknown
ok, e questo l'ho capito.
non mi metto a piangere per opensolaris, da ex sistemista sun solaris...
Onestamente manco io l'ho mai provato...
Post by unknown
venendo a noi, non riesco ancora a capire il nesso tra opensolaris e
openoffice, ossia se opensolaris è morto... in che maniera questo
dovrebbe convincermi a passare ad altro, abbandonando openoffice, se
come mi pare di capire, openoffice è ancora liberamente accessibile,
intendo come sorgenti e quindi a disposizione della comunità ?
Il nesso è Oracle e il suo atteggiamento verso il software libero.

Nel caso dell'acquisizione di Sun, Oracle s'è "mangiata" alcuni pezzi
pregiatissimi del mondo del software libero:

- Java;
- MySQL;
- OpenOffice.

Mica paglia.

L'atteggiamento che Oracle ha avuto immediatamente dopo l'acquisto di
Sun è stato "ferma tutti!", su tutti i progetti liberi di Sun.
In alcuni casi è stato di chiusura (Opensolaris), molto probabilmente
perché erano quelli più deboli (alla fine di un solaris libero
l'interesse era veramente limitato), in altri è stato di cautela (Java,
anche perché è il software più usato dalle banche, e non è il caso di
andare a pestare i calli alle banche, anche se ti chiami Oracle), in
altri di non collaborazione e velata minaccia (OO e MySQL).
Dietro questi due progetti, però, ci sono comunità e progetti
importanti: nel caso di OO la comunità ha salutato - in gran parte - ed
è andata oltre, col fork; nel caso di MySQL Oracle deve stare cauta e
muoversi bene, perché la comunità che sta dietro al db più famoso e
usato nel mondo del software libero può dargli grandi noie e costargli
parecchio, in termini d'immagine.
Post by unknown
quello che vorrei capire è se conviene veramente investire tempo in
un'alternativa ad openffice oppure come si dice dalle mie parti, ci
stiamo bagnando prima che piova.
A mio avviso l'atteggiamento iniziale di Oracle è stato assolutamente
negativo. Le varie comunità hanno reagito in maniera diversa, anche in
base alle possibilità.
Secondo me la reazione, alla fine, è stata utile, perché ha costretto
Oracle a muoversi con cautela (vedi il passaggio di OO alla Apache
Foundation; anche se, a mio avviso, il passaggio è avvenuto troppo
tardi, quando i buoi erano già scappati dalla stalla).

Ciao,
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 10:10:53 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 11:42, Franco Vite <franco.vite a gmail.com> ha
Post by unknown
A mio avviso l'atteggiamento iniziale di Oracle è stato assolutamente
negativo. Le varie comunità hanno reagito in maniera diversa, anche in
base alle possibilità.
ok, quindi se ho capito bene, è solo un bagnarsi prima che piova, non è vero
che oracle abbia mai fatto 1 passo indietro rispetto alla posizione di sun
su openoffice.org

motivo per cui non ha senso abbandonare openoffice.org, secondo me. Non c'è
stata ancora nessuna limitazione della "libertà" ...

sul fatto che aziende mangino altre aziende, non so tu quanto sei "anziano"
del mondo informatico, Franco, ma io ne ho viste molte e fa parte
dell'evoluzione del mercato (io sono nato, informaticamente parlando, nel
1981)
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/b483bdef/attachment.html>
unknown
2011-07-18 10:44:14 UTC
Permalink
Post by unknown
Il giorno 18 luglio 2011 11:42, Franco Vite <franco.vite a gmail.com
A mio avviso l'atteggiamento iniziale di Oracle è stato assolutamente
negativo. Le varie comunità hanno reagito in maniera diversa, anche in
base alle possibilità.
ok, quindi se ho capito bene, è solo un bagnarsi prima che piova, non
è vero che oracle abbia mai fatto 1 passo indietro rispetto alla
posizione di sun su openoffice.org <http://openoffice.org>
motivo per cui non ha senso abbandonare openoffice.org
<http://openoffice.org>, secondo me. Non c'è stata ancora nessuna
limitazione della "libertà" ...
Le tue conclusioni mi lasciano basito. Cosa vuol dire "non ha senso"?
Come Franco molto gentilmente ti ha cercato di spiegare ma vedo
inutilmente, la comunità di sviluppatori indipendenti (da Oracle) di Ooo
ha chiesto delle garanzie e questa ha risposto picche. La comunità ha
risposto ad Oracle che se non gli avesse date queste garanzie allora
avrebbero fatto un fork e così è stato. Queste garanzie prima da Sun le
avevano! Ora se ritieni che questi motivi non siano per te sufficienti
bene ma non venire a dire che non ha senso abbandonare Ooo se non altro
per tutti quegli sviluppatori che si battono per costruire una suite
office per il mondo linux libera.

Grazie

Piviul
unknown
2011-07-18 10:51:56 UTC
Permalink
Post by unknown
Le tue conclusioni mi lasciano basito. Cosa vuol dire "non ha senso"?
Come Franco molto gentilmente ti ha cercato di spiegare ma vedo
inutilmente, la comunità di sviluppatori indipendenti (da Oracle) di Ooo
ha chiesto delle garanzie e questa ha risposto picche. La comunità ha
risposto ad Oracle che se non gli avesse date queste garanzie allora
avrebbero fatto un fork e così è stato. Queste garanzie prima da Sun le
avevano! Ora se ritieni che questi motivi non siano per te sufficienti
bene ma non venire a dire che non ha senso abbandonare Ooo se non altro
per tutti quegli sviluppatori che si battono per costruire una suite
office per il mondo linux libera.
La tua reazione è evidentemente frutto di un pregiudizio: forse non mi sono
spiegato bene, allora.

Non ha senso per me, l'ho spiegato all'inizio della discussione, che io sto
facendo un ragionamento per me e lo sto confrontando con tutti voi, non ho
detto che Franco stia sbagliando nella sua scelta.

Chiarito questo punto, ho chiesto a Franco di spiegarmi una cosa che non era
a me chiara, ossia se effettivamente oracle avesse bloccato lo sviluppo di
OOo oppure no. Franco mi ha risposto, gentilmente e io ho capito che OOo è
ancora liberamente "accessibile".

Ribadisco, io usavo OOo quando ancora era StarDivision, non so tu quando hai
iniziato ad usarlo. Allora si pagava... e lo scelsi perché era già
tecnicamente superiore alla concorrenza di allora, Word, WordStar e
WordPerfect.

Oggi continuo ad usare OOo non perché sia anche gratuito, ma solo perché è
tecnicamente superiore a Office e a tanti altri prodotti concorrenti.
LibreOffice, per me, attualmente, non è tecnicamente all'altezza di OOo,
fermo restando che se OOo divenisse un prodotto a pagamento, poiché mi
permette di essere libero laddove serve, cioè nel formato di memorizzazione
dei dati, preferirei OOo.

Io non scelgo i programmi perché sono "regalati" ... tramutando questa
caratteristica con il concetto di "libertà". Su questo volevo fare chiarezza
ma vedo che non ci sono riuscito.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/ab1e2285/attachment.html>
unknown
2011-07-18 11:14:57 UTC
Permalink
Post by unknown
Io non scelgo i programmi perché sono "regalati" ... tramutando questa
caratteristica con il concetto di "libertà". Su questo volevo fare
chiarezza ma vedo che non ci sono riuscito.
come già Piviul ha cercato di spiegare, il problema non è nella libertà
di usare formati aperti, ma nella libertà da parte degli sviluppatori di
potere creare software veramente libero.

Oracle non garantiva questa libertà.
quindi, a prescindere che sia a pagamento o meno, OpenOffice non può più
essere considerato un software realmente 'open source'

e questo non a detta mia ma, come ha sottolineato Piviul, a detta di
praticamente tutta la comunità di sviluppatori non stipendiata da Oracle
che contribuiva alla creazione di OpenOffice.

poi solo un chiarimento...
come è possibile che LibreOffice sia meno tecnicamente valido di
openoffice, quando è un fork di openoffice stesso, con bugfix e migliorie???

dal fork che io sappia openoffice non ha rilasciato alcuna nuova
versione, e quindi, come è possibile ciò? :)

Max
unknown
2011-07-18 11:58:45 UTC
Permalink
come già Piviul ha cercato di spiegare, il problema non è nella libertà di
usare formati aperti, ma nella libertà da parte degli sviluppatori di potere
creare software veramente libero.
non capisco, quindi si è liberi anche senza usare un formato libero? crolla
il mito di openoffice, allora, che ha basato il suo sviluppo negli ultimi
sei anni su questo concetto.
Oracle non garantiva questa libertà.
quindi, a prescindere che sia a pagamento o meno, OpenOffice non può più
essere considerato un software realmente 'open source'
in che modo oracle non garantiva questa libertà ?
e questo non a detta mia ma, come ha sottolineato Piviul, a detta di
praticamente tutta la comunità di sviluppatori non stipendiata da Oracle che
contribuiva alla creazione di OpenOffice.
poi solo un chiarimento...
come è possibile che LibreOffice sia meno tecnicamente valido di
openoffice, quando è un fork di openoffice stesso, con bugfix e migliorie???
dal fork che io sappia openoffice non ha rilasciato alcuna nuova versione,
e quindi, come è possibile ciò? :)
Max
se rileggi i messaggi con attenzione, vedrai che qualcuno, oltre me, segnala
lentezza e qualche baco che in OOo era stato risolto già.

come è possibile tutto ciò?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/12acfe5a/attachment.html>
unknown
2011-07-18 13:18:38 UTC
Permalink
Post by unknown
come già Piviul ha cercato di spiegare, il problema non è nella
libertà di usare formati aperti, ma nella libertà da parte degli
sviluppatori di potere creare software veramente libero.
non capisco, quindi si è liberi anche senza usare un formato libero?
crolla il mito di openoffice, allora, che ha basato il suo sviluppo
negli ultimi sei anni su questo concetto.
no, si è liberi se si utilizza un formato libero, gestito da software
libero.
Post by unknown
Oracle non garantiva questa libertà.
quindi, a prescindere che sia a pagamento o meno, OpenOffice non può
più essere considerato un software realmente 'open source'
in che modo oracle non garantiva questa libertà ?
dalla pagina inglese della wikipedia su libreoffice:
------------------------------
On 28 September 2010, several members of the OpenOffice.org project
formed a new group called "The Document Foundation". The Document
Foundation created LibreOffice from their former project, over concerns
that Oracle Corporation would either discontinue OpenOffice.org, or
place restrictions on it as an open-source project, as it had on
OpenSolaris.

It was originally hoped that the LibreOffice name would be provisional,
as Oracle was invited to become a member of The Document Foundation.
Oracle rejected offers to donate the OpenOffice.org brand to the
project[13] and demanded that all members of the OpenOffice.org
Community Council involved with The Document Foundation step down from
the OOo community council, citing a conflict of interest.[14]

The Go-oo project was discontinued in favour of LibreOffice.[15]
Improvements made by the project are being merged into LibreOffice.
Improvements made in other forks are also expected to be incorporated
into LibreOffice.[16][17] Other improvements being made is the use of
Java is being reduced to reduce any possible security issue and to
improve application stability.[18]

As a result of the fork of OpenOffice.org into LibreOffice, and the
resulting loss of developers, Oracle announced in April 2011 that it was
terminating the commercial development of OpenOffice.org

----------------------------
Post by unknown
se rileggi i messaggi con attenzione, vedrai che qualcuno, oltre me,
segnala lentezza e qualche baco che in OOo era stato risolto già.
Open Source significa possibilità da parte degli utenti di collaborare
allo sviluppo.
E' ovvio che un fork all'inizio possa essere soggetto a qualche
regressione, ma gli utilizzatori, in pieno spiritò comunitario,
dovrebbero collaborare allo sviluppo con segnalazioni di bug e report.

LibreoOffice è IL futuro della suiti di documentazione. OOO, sostenuto
solo da oracle, è destinato a morire di inedia.
e come scritto nella wikipedia, oracle stessa alla fine ha tentato di
recuperare, rendendo OOO compatibile con la licenza apache, anche se
ormai era tardi,

In quanto al modificare codice di applicazioni open source, sì lo ho fatto.
personalmente e anche facendo finanziare dalla azienda per cui lavoro
modifiche a software open source.
non di open office in particolar,e ma questo conti poco, dato che la tua
domanda provocatoria era rivolta al fatto che il fatto di essere open
source non sia una cosa fondamentale per gli utenti.


Max
unknown
2011-07-18 13:22:24 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 13:14, Max <maxter a email.it
come già Piviul ha cercato di spiegare, il problema non è nella
libertà di usare formati aperti, ma nella libertà da parte degli
sviluppatori di potere creare software veramente libero.
non capisco, quindi si è liberi anche senza usare un formato libero?
crolla il mito di openoffice, allora, che ha basato il suo sviluppo
negli ultimi sei anni su questo concetto.
LO usa lo stesso formato di OO, che ormai è uno standard riconosciuto,
tanto che lo implementano anche altri software, come ad esempio Abiword
e Kword (che ora si chiama in un altro modo che non ricordo), nel caso
dei word processor.

LO è software libero tanto quanto OO (e viceversa, quindi), in questo
non c'è differenza.

La differenza sta nel rapporto con "casa madre", come ti spiegavo sopra.
Una differenza non da poco, se organizzazioni come Ubuntu,
Redhat/Fedora, e altre hanno deciso di passare a LO al posto di OO.

Io sarò anche l'ultimo dei fessi, ma almeno sono in buona compagnia! ;)
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 15:07:30 UTC
Permalink
Il giorno 18 luglio 2011 15:22, Franco Vite <franco.vite a gmail.com> ha
Post by unknown
Io sarò anche l'ultimo dei fessi, ma almeno sono in buona compagnia! ;)
si però permettimi fraternamente, Franco, non usare questi termini, nessuno
dice che tu sia fesso o qui ci siano fessi, le discussioni impostate a
questo modo finiscono per divenire scontrose e poco costruttive, non sei
d'accordo ?

nulla da eccepire sul business, io volevo soltanto dire che, sempre
sottolineo, secondo me, non ha senso cambiare un programma solo perché
penso, e forse a torto, che quella determinata sw house non sia più in linea
con i "canoni" della libertà derivante dall'adozione del sw open source.
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/0851e943/attachment.html>
unknown
2011-07-18 15:26:16 UTC
Permalink
Post by unknown
Il giorno 18 luglio 2011 15:22, Franco Vite <franco.vite a gmail.com
Io sarò anche l'ultimo dei fessi, ma almeno sono in buona compagnia! ;)
si però permettimi fraternamente, Franco, non usare questi termini,
nessuno dice che tu sia fesso o qui ci siano fessi, le discussioni
impostate a questo modo finiscono per divenire scontrose e poco
costruttive, non sei d'accordo ?
Si, infatti ho messo lo smile che fa l'occhiolino, alla fine della frase :)
Post by unknown
nulla da eccepire sul business, io volevo soltanto dire che, sempre
sottolineo, secondo me, non ha senso cambiare un programma solo perché
penso, e forse a torto, che quella determinata sw house non sia più in
linea con i "canoni" della libertà derivante dall'adozione del sw open
source.
E qui siamo sempre nel fantastico mondo delle opinioni personali, tutte
valide e tutte discutibili: per me, quando possibile, ha senso usare il
software più libero a disposizione - libero nel senso di software
libero, secondi i canoni della Free Software Foundation; altrimenti non
avrei iniziato ad usare GNU/Linux nel 1998, quando a farlo era da eroi
(detti anche folli) o da ingegneri informatici; da laureando in Storia
contemporanea qual ero, oso mettermi nella prima schiera.

Ora, a 41 anni, che campo (a fatica) col software libero, anche solo per
riconoscenza cerco di rimanere fedele a questa filosofia che, cmq, tanto
mi ha dato (tanto CI ha dato).

Quindi, per l'uso che ne faccio io, preferisco usare un software che
rispecchia limpidamente l'etica del software libero - non solo da un
punto di vista tecnico, quindi, ma anche filosofico ed organizzativo,
piuttosto che un altro che lo fa in maniera ambigua.

Proprio perché il software libero è, innanzi tutto, una filosofia, una
scelta etica, e non solo tecnica o (tanto meno) di business.

Che poi sia LA scelta tecnica (a mio modestissimo avviso) e che permetta
anche (non a caso, direi) il business, tanto meglio :)

RIPETO: il tutto a mio modestissimo avviso :-)
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-18 17:57:46 UTC
Permalink
(...) poi solo un chiarimento...
come è possibile che LibreOffice sia meno tecnicamente valido di
openoffice, quando è un fork di openoffice stesso, con bugfix e migliorie???
dal fork che io sappia openoffice non ha rilasciato alcuna nuova
versione, e quindi, come è possibile ciò? :)
Max
Eppure credimi, LO 3.4 (ma anche 3.3) mi falsava il rendering di alcune
immagini che per me è fondamentale restino al loro posto in una sequela
di pagine di un foglio di calcolo (è l'immagine scannerizzata di timbro
e firma).
OOo, dal 3.0 in poi, non dava problemi di spostamento dell'immagine alla
riapertura del file... e neanche Gnumeric.
Capisci che aggiustare quelle immagini (in numero di 79) ogni volta che
si riapre il file, è per me un lavoraccio immane.
Se poi uso gnumeric perdo l'interfacciamento con OOo e LO e gnumeric non
ha le stesse prestazioni delle due suites a noi care.
InZomma ;-) un bel problema ;-)
Ciao,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-19 17:12:59 UTC
Permalink
Post by unknown
(...) poi solo un chiarimento...
come è possibile che LibreOffice sia meno tecnicamente valido di
openoffice, quando è un fork di openoffice stesso, con bugfix e migliorie???
dal fork che io sappia openoffice non ha rilasciato alcuna nuova
versione, e quindi, come è possibile ciò? :)
Max
Eppure credimi, LO 3.4 (ma anche 3.3) mi falsava il rendering di alcune
immagini che per me è fondamentale restino al loro posto in una sequela
di pagine di un foglio di calcolo (è l'immagine scannerizzata di timbro
e firma).
OOo, dal 3.0 in poi, non dava problemi di spostamento dell'immagine alla
riapertura del file... e neanche Gnumeric.
Capisci che aggiustare quelle immagini (in numero di 79) ogni volta che
si riapre il file, è per me un lavoraccio immane.
Se poi uso gnumeric perdo l'interfacciamento con OOo e LO e gnumeric non
ha le stesse prestazioni delle due suites a noi care.
InZomma ;-) un bel problema ;-)
Ciao,
Felice
Premetto che non ho seguito tutti i post, ma se usi un softopen, e a
maggior ragione con questo software ci lavori, la segnalazione di bug è
quasi obbligatoria per due motivi:

- contribuisci a migliorarlo dando un aiuto.
- risolvi il tuo problema.

se tutti ragioniamo cosi il software libero sarà sempre un passo
indietro e non migliorerà mai.

Aspettare che qualcuno segnali il bug, che venga risolto, e che te lo
dicano per usarlo nuovamente non mi sembra un approccio corretto alla
filosofia open source.

Poi anche questo è il mio misero punto di vista e non voglio essere
"integralista" quindi ogni uno è libero di fare cio' che vuole.
Post by unknown
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
--
"L'affidabilità di una macchina è inversamente proporzionale al numero
di software microsoft installato in essa." -- Leggi di Murphy - Autore:
Mehdi Tazi--

|_|0|_|
|_|_|0|
|0|0|0|

Scopel Emanuele.
Server Chiavi: http://pgp.mit.edu
Linux Registered User: #425729.
jabber: escopel a jabber.linux.it
gtalk scopel.emanuele a gmail.com
http://openorso.altervista.org/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110719/d0786b0e/attachment.pgp>
unknown
2011-07-18 11:57:34 UTC
Permalink
Post by unknown
La tua reazione è evidentemente frutto di un pregiudizio: forse non mi
sono spiegato bene, allora.
Non ha senso per me, l'ho spiegato all'inizio della discussione, che
io sto facendo un ragionamento per me e lo sto confrontando con tutti
voi, non ho detto che Franco stia sbagliando nella sua scelta.
Bhé non è pregiudizio ma il semplice fatto che avevi dimenticato di
scrivere "per me". Ora lo hai scritto e vedo sotto un'altra luce la tua
opinione.
In ogni caso non riesco ancora a capire il tuo ragionamento nostalgico:
libreoffice è una discendente legittima della starDivision esattamente
come lo è Ooo. Poi se mi dici che Libreoffice non è ancora tecnicamente
all'altezza di Ooo ti posso dire che di questo non me ne sono accorto. A
prescindere quindi dagli aspetti tecnivi mi sembra invece che fra Ooo e
Libreoffice la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Fra i due quindi io indubbiamente scelgo Libreoffice.

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-18 12:03:54 UTC
Permalink
Post by unknown
Bhé non è pregiudizio ma il semplice fatto che avevi dimenticato di
scrivere "per me". Ora lo hai scritto e vedo sotto un'altra luce la tua
opinione.
libreoffice è una discendente legittima della starDivision esattamente
come lo è Ooo. Poi se mi dici che Libreoffice non è ancora tecnicamente
all'altezza di Ooo ti posso dire che di questo non me ne sono accorto. A
prescindere quindi dagli aspetti tecnivi mi sembra invece che fra Ooo e
Libreoffice la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Fra i due quindi io indubbiamente scelgo Libreoffice.
dovrei averlo scritto anche prima, ma oramai non importa, se ci siamo
capiti.

poi, siccome siamo in una discussione civile, io non voglio convincere
nessuno. Fra sei anni, vedremo come si saranno evoluti i due progetti e
tireremo le somme.

per me resta fermo il convincimento che è da preferire la libertà nel
formato dei dati piuttosto che la gratuità del software camuffata da "pseudo
libertà" (di fare cosa poi? modificare il codice? tu, hai mai modificato il
codice di openoffice? e tu Max?)
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/0c2acbc2/attachment.html>
unknown
2011-07-18 12:58:50 UTC
Permalink
Post by unknown
per me resta fermo il convincimento che è da preferire la libertà nel
formato dei dati
ma il formato è lo stesso... continuo a far fatica a comprendere bene
cosa tu dica. Comunque secondo me è da preferire sia il formato dei dati
libero che il codice libero. Sono strettamente legati. Certo che non
puoi avere codice libero se prima non hai "liberato" anche il formato e
il primo passo è quindi fare si che la tecnologia si basi su standard
aperti.
Post by unknown
piuttosto che la gratuità del software camuffata da "pseudo libertà"
(di fare cosa poi? modificare il codice? tu, hai mai modificato il
codice di openoffice? e tu Max?)
Scusa ma questo ragionamento mi sembra un po' povero e pericoloso,
sempre che ne abbia afferrato il senso. Mi sembra di capire che secondo
te una libertà ha senso soltanto se tu sei in grado o hai intenzione di
usufruirne. Su questo dissento energicamente. Se si da la possibilità di
chiudere un sito internet prima che si sia provato che il sito in
questione abbia eseguito qualche reato allora questa è una grave
restrizione della mia libertà anche se io non avrò mai intenzione di
aprire un sito internet (ogni riferimento a norme o leggi è puramente
casuale ;)).

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-18 15:05:13 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
piuttosto che la gratuità del software camuffata da "pseudo libertà"
(di fare cosa poi? modificare il codice? tu, hai mai modificato il
codice di openoffice? e tu Max?)
Scusa ma questo ragionamento mi sembra un po' povero e pericoloso,
sempre che ne abbia afferrato il senso. Mi sembra di capire che secondo
te una libertà ha senso soltanto se tu sei in grado o hai intenzione di
usufruirne. Su questo dissento energicamente. Se si da la possibilità di
chiudere un sito internet prima che si sia provato che il sito in
questione abbia eseguito qualche reato allora questa è una grave
restrizione della mia libertà anche se io non avrò mai intenzione di
aprire un sito internet (ogni riferimento a norme o leggi è puramente
casuale ;)).
non ti seguo più...
che c'entra adesso il sito internet da chiudere con il fatto che si possa o
meno accedere al codice sorgente di un programma e modificarlo per
restituirlo, se possibile migliorato, alla comunità ?
--
Calogero Bonasia
http://gplus.to/0disse0
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110718/94b71acd/attachment-0001.html>
unknown
2011-07-18 13:12:25 UTC
Permalink
Post by unknown
mi sembra invece che fra Ooo e
Libreoffice la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Sei proprio convinto che chi sviluppa software libero sia lontano da
strategie di business?
La stessa Canonical Ltd non mi sembra che sia un ente benefico...
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-18 13:14:24 UTC
Permalink
In data 18/07/2011 13:57 Piviul ha scritto
Post by unknown
mi sembra invece che fra Ooo e
Libreoffice la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Sei proprio convinto che chi sviluppa software libero sia lontano da
strategie di business?
no e non mi sembra di averlo affermato.

Piviul
unknown
2011-07-18 20:07:23 UTC
Permalink
Post by unknown
no e non mi sembra di averlo affermato.
E quindi mi spieghi qual è la differenza? Se alla base ci sta sempre il
profitto, mi spieghi il distinguo? Onestamente non riesco a capire...
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-19 08:39:16 UTC
Permalink
Post by unknown
E quindi mi spieghi qual è la differenza? Se alla base ci sta sempre il
profitto, mi spieghi il distinguo? Onestamente non riesco a capire...
Non so se ho ben capito cosa non riesci a capire comunque ci provo...
dunque, ad Oracle non gliene frega niente, almeno così sembra, del
software libero. Lo ha ereditato acquistando Sun ma non pensa di fare
business con il software libero. Coloro che invece sviluppano
Libreoffice sono sponsorizzati da aziende esterne e hanno invece a cuore
la costruzione di una suite multipiattaforma che faccia concorrenza a m$
office e cosa straordinaria questo è quello che vogliono anche i loro
sponsor. I programmatori di Oracle non hanno alcuna possibilità di
decidere la direzione di openoffice, i programmatori di Libreoffice
invece si. I programmatori di Ooo e Libreoffice programmano per profitto
ma i secondi sono molto più motivati per farlo.

Se invece non c'entra nulla con quello che non hai capito ti prego di
essere più "verboso"

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-19 11:30:44 UTC
Permalink
Post by unknown
I programmatori di Oracle non hanno alcuna possibilità di
decidere la direzione di openoffice, i programmatori di Libreoffice
invece si. I programmatori di Ooo e Libreoffice programmano per profitto
ma i secondi sono molto più motivati per farlo.
Quoting selvaggio, lo so, mi perdonino tutti in lista, ma sono
perfettamente d'accordo con te. E lo quoto.
Post by unknown
la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Fra i due quindi io indubbiamente scelgo Libreoffice.
Fra i due, quindi, indubbiamente scelgo quello più performante e che mi
dà meno problemi. E attualmente è OOo, visto che LO (come ricordava
Felix, e come anch'io ho avuto modo di provare su ducumenti "analoghi"
ai suoi) ha problemi di impaginazione.
Il giorno che Lo sarà superiore o almeno alla pari con OOo avrò un buon
motivo per rasare via il prodotto ereditato da Sun e passare a quello
più performante.
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-19 12:19:11 UTC
Permalink
Post by unknown
[...]
Post by unknown
la prima si batta per interessi dell'azienda, la seconda
invece per interessi legati al software libero e a linux in particolare.
Fra i due quindi io indubbiamente scelgo Libreoffice.
Fra i due, quindi, indubbiamente scelgo quello più performante e che mi
dà meno problemi[...]
e qui divergiamo: il primo parametro di scelta per me è sempre quello
etico e se vuoi chiamalo pure ideologico (nel senso guidato da un'idea);
poi ovviamente vengono svariati altri parametri quali ad esempio le
caratteristiche, la qualità il prezzo... Nel caso specifico inoltre, dal
momento che la differenza di performance non è per per me un discrimine
di scelta (a me poi oltretutto sembra che questa differenza sia nulla) e
problemi che me ne proibiscano un utilizzo professionale non ne ho
trovati io indubbiamente scelgo Libreoffice.

Ciao

Piviul

Piviul
unknown
2011-07-19 12:41:09 UTC
Permalink
Post by unknown
e qui divergiamo: il primo parametro di scelta per me è sempre quello
etico e se vuoi chiamalo pure ideologico
Già: qui divergiamo. IMHO il primo parametro, secondo leggi di mercato
(e buon senso) è la funzionalità: scelgo un prodotto perchè è migliore
di un altro, se poi il prezzo è inferiore, o quasi nullo, tanto meglio.
Un po' la pubblicità della Dacia Duster(R)...
No ideologia, no moda, no al pensiero che il profitto sia un crimine.
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-19 12:59:47 UTC
Permalink
Post by unknown
Già: qui divergiamo. IMHO il primo parametro, secondo leggi di mercato
(e buon senso) è la funzionalità: scelgo un prodotto perchè è migliore
di un altro, se poi il prezzo è inferiore, o quasi nullo, tanto meglio.
quindi quello che ti fa pendere verso il free software (dal momento che
non necessariamente un software libero sia migliore di uno non libero) è
la convenienza economica...
Post by unknown
Un po' la pubblicità della Dacia Duster(R)...
mi dispiace, non ho la televisione.
Post by unknown
No ideologia, no moda, no al pensiero che il profitto sia un crimine.
Guarda che anche quella che stai enunciando è una ideologia; le altre 2
affermazioni mi sembrano condivisibili.

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-19 13:13:12 UTC
Permalink
Post by unknown
quindi quello che ti fa pendere verso il free software (dal momento che
non necessariamente un software libero sia migliore di uno non libero) è
la convenienza economica...
scelgo un prodotto perchè è migliore
di un altro, se poi il prezzo è inferiore, o quasi nullo, tanto meglio.
In altre parole: uso linux perchè per le mie esigenze è superiore a
windows, e open office perchè per le mie esigenze è superiore a MS
office. Se poi oltre alla qualità ci sta anche la convenienza economica,
tanto meglio.
Post by unknown
Guarda che anche quella che stai enunciando è una ideologia;
Dici che scegliere un prodotto per la qualità e non perchè è di moda o
perchè devo seguire una determinata ideologia è a sua volta iseologia?
Non mi sembra.
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-19 13:31:26 UTC
Permalink
Post by unknown
In altre parole: uso linux perchè per le mie esigenze è superiore a
windows, e open office perchè per le mie esigenze è superiore a MS
office. Se poi oltre alla qualità ci sta anche la convenienza economica,
tanto meglio.
Contento tu...
Post by unknown
Post by unknown
Guarda che anche quella che stai enunciando è una ideologia;
Dici che scegliere un prodotto per la qualità e non perchè è di moda o
perchè devo seguire una determinata ideologia è a sua volta iseologia?
Non mi sembra.
Dipende da cosa sia per te una ideologia. Per me è un sistema di idee
più o meno coerente. Direi quindi che segui l'ideologia dell'interesse
personale. Inoltre mi risulta che mai come in questo momento storico
l'ideologia che segui abbia avuto tanti seguaci quindi la definirei
anche di moda.

E con questo passo e chiudo: conosco il tuo pensiero e tu conosci il mio.

Ciao

Piviul
unknown
2011-07-19 13:07:54 UTC
Permalink
Post by unknown
No ideologia, no moda, no al pensiero che il profitto sia un crimine.
Il profitto non è un crimine, ma usare software realmente open source è
un contributo alla libertà.
che vale di più di qualunque profitto

almeno IMHO :)

Max
unknown
2011-07-19 13:15:47 UTC
Permalink
Post by unknown
Il profitto non è un crimine, ma usare software realmente open source è
un contributo alla libertà.
che vale di più di qualunque profitto
Non mi sono spiegato bene: se una software house decide di rilasciare il
suo programma closed facendoselo pagare non mi sembra un crimine. Io
sono sempre libero di:
1) comperare un programma "open" (un ossimoro, ovviamente)
2) scegliere altro programma.
--
Stemaz
docste a tiscalinet.it
unknown
2011-07-19 13:27:31 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
No ideologia, no moda, no al pensiero che il profitto sia un crimine.
Il profitto non è un crimine, ma usare software realmente open source
è un contributo alla libertà.
che vale di più di qualunque profitto
almeno IMHO :)
Max
Su questo, pur nella totale divergenza delle idee politiche che ci
"sottendono", quoto Max al 2000%
Oggi la Libertà passa anche attraverso un banale software... oserei dire
anche e soprattutto ma non voglio esagerare ;-))))
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-22 16:25:39 UTC
Permalink
Post by unknown
Il nesso è Oracle e il suo atteggiamento verso il software libero.
Sempre parlando di Oracle e del suo atteggiamento verso il mondo del
software libero:

http://www.oneopensource.it/22/07/2011/oracle-acquisce-ksplice-eliminato-il-supporto-a-rhel-e-suse/
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-28 07:45:31 UTC
Permalink
Post by unknown
Sempre parlando di Oracle e del suo atteggiamento verso il mondo del
http://www.hwjournal.net/articoli/sun-sapeva-di-java-in-android-ed-era-pronta-a-supportarlo-8057
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
unknown
2011-07-28 08:14:00 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Sempre parlando di Oracle e del suo atteggiamento verso il mondo del
http://www.hwjournal.net/articoli/sun-sapeva-di-java-in-android-ed-era-pronta-a-supportarlo-8057
Giusto, giustissimo, incontrovertibile, condivisibile, ma... se Libre
non migliora la gestione del rendering io NON posso usarlo... resto
confinato a OOo che comunque, è bene chiarirlo, SOLO DA POCO aveva
risolto il problema :-)
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-28 09:51:49 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Sempre parlando di Oracle e del suo atteggiamento verso il mondo del
http://www.hwjournal.net/articoli/sun-sapeva-di-java-in-android-ed-era-pronta-a-supportarlo-8057
aggiungerei anche questo:
http://www.ictbusiness.it/cont/news/oracle-inizia-a-battere-cassa-ai-produttori-android/27084/1.html

Quindi anche java nella versione oracle deve essere abbandonata (ove
possibile) per privilegiare la openjdk sperando che non violi i
brevetti.... :o/

Comunque oracle non si smentisce mai!

ciao
Post by unknown
--
Franco Vite
mail: franco.vite a gmail.com - skype: franco.vite
Uff. +39 0564992993 - cel. +39 3890932083
--
"L'affidabilità di una macchina è inversamente proporzionale al numero
di software microsoft installato in essa." -- Leggi di Murphy - Autore:
Mehdi Tazi--

|_|0|_|
|_|_|0|
|0|0|0|

Scopel Emanuele.
Server Chiavi: http://pgp.mit.edu
Linux Registered User: #425729.
jabber: escopel a jabber.linux.it
gtalk scopel.emanuele a gmail.com
http://openorso.altervista.org/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale è stato rimosso....
Nome: signature.asc
Tipo: application/pgp-signature
Dimensione: 198 bytes
Descrizione: This is a digitally signed message part
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110728/e04634a8/attachment.pgp>
unknown
2011-07-17 18:39:42 UTC
Permalink
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto)
problema di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si
sposta dalla posizione originaria).
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia
scrupolo di suggerirlo ;-)
Grazie per le risposte,
Felice
Ok, alla fine di questo pò pò di flame che involontariamente ho
scatenato, dichiaro ufficialmente che:
- sono ritornato a OOo in quanto non potevo permettermi i difetti di
rendering subiti con Libre;
- faccio convivere Libre a motivo del fatto che gli sviluppatori devono
essere supportati anche moralmente;
- sto ingegnandomi per segnalare il bug a Libre Foundation;
- ho versato un contributo a Libre per i motivi sopra addotti.

Sperando che Libre si allinei il prima possibile almeno alla 3.3 di OOo ;-)

I miei miseri 2 cents ;-)
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
unknown
2011-07-17 18:52:21 UTC
Permalink
Ciao, uso libreoffice sia su ubuntu che su sabayon e sono molto soddisfatto!
Anche io avevo notato alcuni piccoli bugs, ma mi sembra che con la nuova
release siano stati risolti. Per cui credo proprio che continuerò ad usare
libreoffice. Una curiosità: ho provato ad installare su win xp sia
openoffice che libreoffice, notando però che il secondo è molto più pesante
e le prestazioni sono pari. é lo stesso anche su ubuntu (non ho mai
controllato)? Se così fosse, per macchine con un hd piccolino sarebbe
auspicabile consigliare l'installazione di openoffice! Scusate
l'ignoranza.....!
Post by unknown
Come da oggetto mi farebbe piacere sapere se siamo tutti trasmigrati a
LibreOffice o se molti adoperano ancora OpenOffice.
La cosa non è banale in quanto ho notato in Libre_O alcuni bugs che le
ultime OOo avevano risolto tipo un fastidioso (per il sottoscritto) problema
di rendering (un'immagine che ad ogni riapertura del file si sposta dalla
posizione originaria).
Se qualcuno ritiene sia il caso di ritornare a OOo non si faccia scrupolo
di suggerirlo ;-)
Grazie per le risposte,
Felice
--
Vuje permettite ca ve rispunnimmo ca 'a nuie nun ce ne fotte proprio?
--
ubuntu-it mailing list
ubuntu-it a lists.ubuntu.com
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/**
mailman/listinfo/ubuntu-it<https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it>
http://wiki.ubuntu-it.org/**Listiquette<http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette>
--
*Alessio*
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20110717/d5d3046a/attachment.html>
unknown
2011-07-18 08:36:53 UTC
Permalink
Io sto tenendo OO, ma solo perchè sto aspettando di piallare.
Se non mi da problemi preferirei usare LO per supportare l'opensource.
C'è da dire però, che intanto l'ho installato (LO) sul Windows7 della
mia metà (costretta a windows) e si lamenta di continuo perchè se fa dei
semplici fogli di calcolo, quando il resto dell'ufficio con Office li
apre, li trova impaginati diversamente. Vuoi per i differenti caratteri
o per differenti parametri nel dimensionamento delle celle, che ne so,
però devo dire che questo è il primo problema per cui in molti uffici le
persone non lasciano Office. In molti dicono: ok l'ideologia open mi
piace, la condivido, ma poi la compatibilità mi frena.
Però devo ammettere che almeno lei sta resistendo, ma diciamo che nel
suo ufficio si respira aria di libertà, quindi se lo può permettere.
unknown
2011-07-18 09:15:18 UTC
Permalink
Ciao lista !
Io sono tornato a OpenOffice soprattutto perchè il Writer non ha più il
thesaurus installato ed io lo uso parecchio.
Ho provato a installarlo seguendo le istruzioni del sito, ma non ci sono
riuscito.
Ora non ricordo quale era il problema perché è passato un po' di tempo dai
miei tenativi ma nel frattempo sono anche tornato a Lucid che sui miei pc mi
è più stabile quindi il problema di libreoffice l'ho rimandato.
Se qualcuno sa dirmi bene come fare a reinstallare il thesaurus sarò ben
lieto di riprovare libreoffice.
Gaetano66
Continue reading on narkive:
Loading...